Elaborazione del Lutto

Lutto: Ma come si fa ad elaborarlo?

lutto

Il lutto di una persona cara è sempre un evento traumatico anche se, purtroppo, un avvenimento che nella nostra vita si presenterà più volte.

L’elaborazione del lutto è un processo necessario, che si conclude con l’accettazione della perdita; tale processo varia, soprattutto nei tempi, da persona a persona. Qualcuno, a seguito di un lutto, può necessitare di un supporto di natura psicologica per affrontare meglio l’elaborazione.

 

Come si elabora un lutto?

L’elaborazione del lutto è, come suddetto, un processo che attraversa diverse fasi.

Inizialmente si vive un periodo di shock e di incredulità, potenzialmente associato al meccanismo di difesa della negazione, manifestato con frasi come: “Non è possibile che sia successo!”.

Successivamente si proverà un intenso dolore psichico, accompagnato da sentimenti di rabbia, i quali possono manifestarsi sia verso il mondo esterno che verso il defunto, sentimenti d’angoscia da separazione e di senso di colpa per non aver fatto tutto il possibile o per aver lasciato questioni irrisolte. Inoltre, in questa fase si possono verificare episodi allucinatori e sogni notturni che hanno come oggetto la persona deceduta; le allucinazioni possono manifestarsi, ad esempio con il vedere tra la folla la persona deceduta oppure sentire i suoi passi nel silenzio della casa, questi fenomeni sembrano avere utilità nel  mantenimento del legame con il defunto.

I sogni notturni, invece, possono essere interpretati, come un tentativo di mantenere il legame almeno a livello mentale e inconscio.

La fase successiva è quella della negoziazione, ovvero si cerca di reagire all’impotenza provata nei confronti della morte, cercando risposte per spiegare l’accaduto per poi arrendersi alla situazione razionalmente ed emotivamente.

Infine, il compimento dell’elaborazione del lutto si ha con il superamento del dolore acuto e con l’accettazione che quella persona non tornerà più, in questa fase si attuerà un meccanismo di interiorizzazione, che ci permette di far diventare la persona deceduta parte del nostro sistema interno  così, in un certo senso, da non perderla mai.

lutto

Quanto tempo ci vuole per elaborare un lutto?

L’elaborazione del lutto non è un processo lineare, capiterà di andare avanti ed indietro lungo le fasi di elaborazione; pertanto non è possibile stabilire un tempo preciso per il compimento del processo.

A volte si potrebbe sperimentare la sensazione di essere “bloccati” in una fase, o di non riuscire proprio a superare un lutto subito, ed è in questo momento che è necessario l’intervento di uno psicologo che ci sostenga lungo questo processo, rispettando i nostri tempi e le nostre modalità.